logo mokki

    Seguici!

    Mokki accoglie e aiuta genitori, bambini ed educatori nella loro crescita permanente

      /  Libri   /  5 libri per bambini sulla nascita di un fratellino o sull’essere figli unici!
    figli unici o fratelli

    5 libri per bambini sulla nascita di un fratellino o sull’essere figli unici!

    La nascita di un fratellino è un evento forte nella vita di un bambino, tanto da portare i genitori, già in gravidanza, a chiedersi quale sarà la sua reazione e come prenderà l’arrivo di un altro bambino o come sarà il nuovo assetto di tutta la famiglia. 

    C’è però l’altra faccia della medaglia: i figli unici, che possono chiedersi come mai non hanno fratellini o sorelline.

    Sicuramente i libri per bambini possono rappresentare un valido strumento di supporto per raccontare, spiegare o semplicemente rispondere alle curiosità dei bambini. 

    Libri sull’argomento ce ne sono tanti, noi ve ne consigliamo alcuni che possono rispondere alle vostre esigenze di famiglia che cresce o di figli unici!

    NASCITA DI UN FRATELLINO

    IL PANCIONE DELLA MAMMA

    Descrizione: La piccola protagonista del libro racconta con entusiasmo le sue emozioni e tutto ciò che vive nella vita quotidiana, nell’impaziente attesa della nascita della sorellina. Il piccolo lettore, pagina dopo pagina, è coinvolto nella lettura perché dietro ogni casellina, posta sulla pancia della mamma, c’è la sorellina che cresce.

    È utile perché: Risponde alla necessità dell’attesa da parte del bambino, dal punto di vista emotivo e concreto. Nove mesi sono tanti dal punto di vista del bambino e renderlo partecipe nel modo giusto aiuterà molto.

    LUPETTO DIVENTA FRATELLO MAGGIORE 

    Descrizione: Lupetto diventerà fratello maggiore. Questa novità gli crea qualche domanda che include anche se l’amore della mamma e del papà resterà immutato nei suoi confronti. Per conoscere la risposta metterà alla prova i suoi genitori, fino a conoscere la tanto attesa sorellina.

    È utile perché: Permette al bambino di immedesimarsi nella storia e con il protagonista della storia, ovvero Lupetto. È un libro con il quale far sentire al bambino che lo accogliete, lo capite, con le sue ansie, i suoi timori e i suoi sentimenti ambivalenti nei confronti del fratellino. Il lieto fine poi, viene sempre proposto, ma nel corso della storia ci sono vari spunti utili sia ai bambini che a voi genitori, per riflettere. 

    MI VORRAI SEMPRE BENE MAMMA?

    Descrizione. È l’ora della nanna ma Ettore rivolge questa domanda alla sua mamma che, con amore, gli racconta il bene che prova nei suoi confronti. Quando decide di essere un cavaliere coraggioso che combatte il drago o il suo piccolino, quando c’è e anche quando non c’è…

    È utile perché. È importante che il bambino sappia che l’amore della mamma come quello del papà è sempre presente, anche nei momenti difficili e faticosi. Ha bisogno di comprendere che non ha bisogno di mostrarsi geloso per ottenere la loro attenzione, ma deve anche sapere che loro continuano a volergli bene anche quando manifesta questo come altri sentimenti.

    Anche le fiabe tradizionali che hanno per protagonisti dei fratelli possono aiutare. Un esempio classico è quello dei “Tre porcellini” che alla fine, grazie alla riscoperta alleanza tra fratelli, non solo si salvano, ma riescono a liberarsi definitivamente del lupo cattivo. 

    In genere risulta molto gradita ai fratelli maggiori che assistono con piacere al trionfo del porcellino primogenito che con la sua saggia operosità garantisce il lieto fine per tutti. 

    Sulla stessa scia troviamo i libri di “Simone”, a cui sono collegati i cartoni animati, molto carini.  

    FIGLI UNICI

    SONO UNICO 

    Descrizione: “E tu non vuoi dei, fratellini non ti senti solo?” Leo si sente fare questa domanda un giorno per la strada, mentre è in bici con la mamma. Leo non ha fratelli ma ha 4 nonni, 3 zii, 20 amici e poi la panettiera, il giornalaio, la fioraia… tutti gli vogliono bene perché è un bambino unico. E unico non vuol dire solo.

    È utile perché: ci permette di riflettere sul termine unico e sul valore della famiglia e dell’amicizia. Come Leo vostro figlio non ha fratelli o sorelle ma ha sicuramente tanti amici, che magari si possono frequentare più spesso. Ci sono tanti libri sul tema dell’amicizia da poter leggere con i bambini, uno su tutti “Piccolo blu e piccolo giallo” che parla proprio di amicizia e famiglia. Con il tempo i vostri bimbi impareranno che gli amici sono i fratelli o le sorelle che abbiamo la possibilità di scegliere!

     CHIEDIMI CHE COSA MI PIACE

    Descrizione: Una passeggiata tra papà e figlia diventa un tempo speciale da passare insieme, per conoscersi e giocare con le parole in una dimensione autunnale del tutto stupenda. “Chiedimi che cosa mi piace” chiede la figlia al suo papà e questo gioco va avanti per tutto il pomeriggio tra gelati, corse, giochi con le foglie e abbracci.

    È utile perché: Dà valore al tempo unico da passare insieme. Peri vostri figli siete uno dei principali compagni di gioco, che sia al parco o in casa hanno bisogno della vostra presenza. Ma questo è un dono e questo messaggio nel libro è espresso forte e chiaro. Avete tempo da dedicargli per conoscerlo, per giocarci, per coccolarlo, per farlo sentire unico, ma non certamente solo!

    Sulla stessa scia troviamo Dillo mamma molto poetico!

    Post a Comment

    Questo sito utilizza cookies. Hai il diritto di scegliere se abilitare i cookies statistici e di profilazione Abilitando questi cookies cliccando sul pulsante di accettazione ci aiuti a offrirti un’esperienza migliore.